Notizie

All’ultima curva il sorpasso dei Draghi (26-20) sul Perugia – foto e video

p13webCon un finale vietato ai deboli di cuore i Draghi de La Supergomma Terni Rugby sorpassano all’ultima curva il Perugia e mantengono, anzi rafforzano, il primato in classifica nel girone umbro-marchigiano di Serie C2. Primato che stava sfuggendo, per merito di un Perugia mai domo ed a suo agio sul campo fangoso e pesante per la pioggia caduta durante tutto il match. Ci ha pensato il capitano Andrea Gobbo con una meta siglata a pochi minuti dalla fine a firmare la splendida vittoria, ottenuta davanti a un pubblico caloroso e numeroso, arrivato al campo di Via del Cardellino per sostenere i rossoverdi nonostante il maltempo. All’inizio sembra tutto facile per i Draghi con una meta di Arca nella prima azione e la seconda meta di Giorgini al quarto d’ora. Ma i Draghi devono rinunciare presto a Carapis e poi a Lausi, usciti per infortunio, ed il Perugia a metà primo tempo si rifà sotto con una meta trasformata e un calcio di punizione dell’ottimo Falcioni. In chiusura di tempo i Draghi segnano di nuovo con Piergentili e Giorgi dalla piazzola mette il break che sembra decisivo (19-10 per i Draghi al riposo). Ma nel secondo tempo il Perugia non si arrende e in quattro minuti compie l’incredibile sorpasso grazie a una meta di Rossetti (trasformata da Falcioni) e poi con un calcio di punizione dello stesso Falcioni concesso per fuorigioco dei ternani. Perugia a questo punto è avanti di 1 punto (19-20) e la beffa sembra ormai dietro l’angolo. Ma i rossoverdi di Mario Pariboni questa partita non la vogliono perdere e gettano il cuore oltre l’ostacolo. Capitan Gobbo si fionda su un pallone che viene riconquistato in seguito a una mischia giocata dagli ospiti e va schiacciare in meta sommerso dall’abbraccio dei compagni. “Devo fare anzitutto i complimenti al Perugia – dichiara coach Mario Pariboni – sapevamo che era una compagine abituata al contatto, avendo la prima squadra che gioca in Serie A. Ci è mancato il ritmo partita, dato che in questo mese di sosta non siamo riusciti a fare amichevoli. Abbiamo perso due elementi fondamentali come Lausi e Carapis e sono saltati un po’ di meccanismi, psicologicamente siamo andati giù. Abbiamo giocato individualmente e non di squadra. Ma era importante vincere e ci siamo riusciti. Questa vittoria fa morale e faremo sicuramente tesoro della lezione che ci è arrivata da questa partita”. La quarta meta segnata vale a Draghi anche il punto bonus, mentre il divario inferiore ai 7 punti vale al Perugia l’amara consolazione del punto bonus sconfitta. Il Terni Rugby aumenta così la distanza dai cugini del Perugia che passa da 2 a 6 punti, in attesa domenica 17 dicembre di affrontare il Gubbio in trasferta.

LA SUPERGOMMA TERNI RUGBY – RUGBY PERUGIA 26-20

LA SUPERGOMMA TERNI RUGBY: Palmieri, Lidi, Giorgi, Carapis, Pietrelli, Gobbo, Novelli, Lausi, Canulli, Giovenali, Benedetti, Arca, Natalini, Piergentili. In panchina: Diamanti, Frittella, Cardinali, Simeoni, Baiocco, Vergani, Petrucci. Allenatore: Pariboni.

RUGBY PERUGIA: Falcioni, Barbalata, Marionni, Volpa, Falcinelli, Bocchino, Bellezza, Piermatti, Degli Esposti, Capitini, Falcioni, Rossetti, Gabrielli, Cetra, Lucarelli. In panchina: Cassetti, Perna, Bolli, Arcelli, Mazzullo, Tardioli, Ciotti. Allenatore: Gabrielli.

ARBITRO: Giacomo Favorini sez. Marche Sud

PUNTI: 1′ mt Arca tr Giorgi, 15′ mt Giorgini, 25′ mt Falcioni tr Falcioni, 31′ cp Falcioni, 39′ mt Piergentili tr Giorgi, 55′ mt Rossetti tr Falcioni, 59′ cp Falcioni, 75′ mt Gobbo tr Giorgi

Le foto di Roberto Pierangeli e a seguire la sintesi con gli highlights della partita